What we do

Ciò che facciamo è semplice: mangiamo, beviamo, respiriamo cibo e proviamo a raccontarvelo senza filtri, senza remore, senza paura.

In un mondo del cibo plagiato dal conflitto d’interesse, cerchiamo di tenere la schiena dritta, i tacchi alti, e camminare schivando le lusinghe del compromesso, della sudditanza gastronomica e del voto di scambio.

Perché? Ma perché siamo fessi; è ovvio!